La nuova tassa ospedaliera greca non ci sarà

Crisi in Grecia, violenti scontri davanti al parlamento della capitale

Beppe Grillo ospita l’8 gennaio sul suo blog un post del 7 gennaio de l’Antidiplomatico:

“La nuova tassa di 25€ imposta dal primo gennaio 2014 per tutti i pazienti ricoverati negli ospedali greci ha creato una forte indignazione pubblica. La misura votata nel 2012 dall’esecutivo spera di racimolare 110 milioni di introiti per coprire il buco statale e ripagare i creditori internazionali.”

La fonte è Keep Talking Greece, con l’homepage come link. Il riferimento è forse a un post del 3 gennaio, in cui si parla della nuova tassa con l’avvento del 2014.

Tuttavia, aprendo il sito, si trova un articolo risalente al 7 gennaio:

Greek gov’t withdraws €25 hospitalization fee.

Lo stesso scrive Greek Reporter: Greek Prime Minister Antonis Samaras, after meeting with his coalition partner, PASOK Socialist chief Evangelos Venizelos, has decided to withdraw a bitterly-criticized 25 euro hospital admission fee that could have undermined their coalition if it had gone to a vote in Parliament.

La sovrattassa ospedaliera, citata da Beppe Grillo sul suo blog, non ci sarà. Quando Grillo ha dato risalto alla notizia, questa era già stata smentita in Grecia.